RETE CIVICA DEL COMUNE DI REGGIO EMILIA
Torna alla Home
Mappa del sito Cerca in Navig@RE 

Home

Sogno perso (Un) -

Regia:Pasquale Scimeca
Vietato:No
Video:Biblioteca Rosta Nuova - visionabile solo in sede
DVD:
Genere:Drammatico
Tipologia:Spazio critico
Eta' consigliata:Scuole medie superiori
Soggetto:Liberamente tratto da "Le citta' del mondo" di Elio Vittorini e "Le pietre di Pantalica" di Vincenzo Consolo
Sceneggiatura:Pasquale Scimeca
Fotografia:Pasquale Scimeca
Musiche:Marcello Masi
Montaggio:Silvia Masi
Scenografia:
Costumi:
Effetti:
Interpreti:Valentina Barresi, Giorgio Li Bassi, Silvana Prinzivalli, Rosario Calanni Macchio, Margherita Gambino, Vincenzo Albanese, Mario Amodeo, Alessia Battaglia, Nino Busacca, Pasquale Cirrito, Vincenzo Consolo, Giuseppe Granata, Francesco Moncada, Roberto Sottile
Produzione:Cooperativa Arbash Film
Distribuzione:Arci
Origine:Italia
Anno:1992
Durata:

72’

Trama:

È la storia di un paese, Gibilemme. Il film si svolge in tre episodi che abbracciano un ideale arco di tempo che va dagli anni Cinquanta agli anni Ottanta. Il primo episodio, Filosofiana, ha per protagonisti una serie di personaggi del mondo contadino e narra la storia del ritrovamento di un presunto tesoro, con un finale pirandelliano. Il secondo, I figli, racconta di un giovane pastore che riesce finalmente a visitare la città dei suoi sogni, ma durante la notte succedono cose grandi e terribili. Il terzo, Ritorno, ha per protagonista una giovane, figlia di emigranti, tornata in Sicilia alla ricerca delle proprie radici.

Critica 1:Dalle note di regia: "L'ultimo episodio di Un sogno perso si chiude con un cameracar che rappresenta il limite rispetto al quale non si può tornare indietro. E' il punto di rottura definitiva tra una civiltà che è morta, la cultura contadina, e questo mondo che si sta affermando ma che ancora non si è fermato. E' un passaggio definitivo che implica molta malinconia e il desiderio di far riemergere un passato scomparso. Il gesto del riportare alla luce ha rappresentato per me una ricerca costante che si è estesa in quasi tutti i miei film".
Autore critica:
Fonte criticainfinityfestival.it
Data critica:



Critica 2:
Autore critica:
Fonte critica:
Data critica:



Critica 3:
Autore critica:
Fonte critica:
Data critica:



Libro da cui e' stato tratto il film
Titolo libro:
Autore libro:

A cura di: Redazione Internet
Valid HTML 4.01! Valid CSS! Level A conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0 data ultima modifica: 07/26/2011
Il simbolo Sito esterno al web comunale indica che il link è esterno al web comunale