RETE CIVICA DEL COMUNE DI REGGIO EMILIA
Torna alla Home
Mappa del sito Cerca in Navig@RE 

Home

Ultimatum alla terra - Day the earth stood still (The)

Regia:Robert Wise
Vietato:No
Video:Fox
DVD:
Genere:Fantascienza
Tipologia:Storia del cinema
Eta' consigliata:Scuole medie inferiori; Scuole medie superiori
Soggetto:Tratto dal racconto "Farewell To the Master" di Harry Bates
Sceneggiatura:Edmund H. North
Fotografia:Leo Tover
Musiche:Bernard Herrmann
Montaggio:William Reynolds
Scenografia:
Costumi:
Effetti:Speciali: Fred Sersen
Interpreti:Michael Rennie (Klaatu/Carpenter), Patricia Neal (Helen Benson), Hugh Marlowe (Tom Stevens), Sam Jaffe (Prof. Jacob Barnhardt), Billy Gray (Bobby Benson), Francas Bavier (Signora Barley), Lock Martin (Gort), Drew Parson
Produzione:Julian Blaustein
Distribuzione:Cineteca Griffith
Origine:USA
Anno:1951
Durata:

92'

Trama:

Atterra un giorno a Washington un gigantesco disco volante, dal quale esce uno strano essere, d'aspetto umano. Il gesto intempestivo d'un soldato, che spara addosso allo sconosciuto, provoca l'intervento di un automa metallico uscito, a sua volta, dal disco. Un raggio misterioso, proveniente dall'automa, cagiona la disintegrazione delle armi dei soldati. Lo sconosciuto, che risponde al nome di Klaatu, essendo ferito, viene condotto all'ospedale. Egli vorrebbe conferire con i capi di tutti gli Stati; ma poichè non gli riesce, si sottrae alla sorveglianza e si presenta, sotto falso nome, ad una pensione familiare. Qui fa amicizia con una giovane vedova di guerra, Helen, e col suo figliolo, Bobby. Con l'aiuto di Bobby, Klaatu riesce ad avvicinare il celebre prof. Bernhard, al quale dichiara d'essere latore d'un messaggio per gli abitanti della terra. Egli vorrebbe convincere i capi di tutti gli Stati a non tentare temerarie avventure atomiche, che metterebbero in pericolo l'equilibrio dell'universo. Mentre Bernhard convoca d'urgenza un congresso scientifico internazionale, Klaatu viene aggredito e ferito mortalmente dalle truppe. Con l'aiuto di Helen, Klaatu riesce ad impedire l'intervento dell'automa: recuperate momentaneamente le forze vitali, egli rivolge all'umanità il suo messaggio e riparte.

Critica 1:Proveniente da un pianeta remoto, un disco volante arriva a Washington. L'alieno che lo guida, aiutato da un robot, dimostra il suo potere intellettuale e fisico, avverte i terrestri dei pericoli della guerra e riparte.
Un piccolo classico della fantascienza al cinema.
Il suo discorso di rispetto per gli alieni lo distingue dall'isteria di quel periodo di guerra fredda. Bravi attori, solida sceneggiatura, pochi trucchi, molta sobrietà.
Autore critica:
Fonte criticaracine.ra.it
Data critica:



Critica 2:Un disco volante atterra nel pieno centro della città di Washington. La popolazione, divisa tra opposti sentimenti di curiosità e sospetto, fa ressa intorno al cordone di sicurezza che le forze armate hanno predisposto. La tensione è tanta e quando dal disco volante escono Gort, il gigantesco robot, e Klaatu, l'extraterrestre, un soldato preso dal panico spara. Portato in un ospedale, Klaatu elude la sorveglianza e fingendosi un comune cittadino di nome Carpenter si rifugia presso l'abitazione di Helen, una vedova che affitta camere. Klaatu fa amicizia con il figlio di Helen, Bobby, ed incontra l'anziano e saggio professor Barnhardt al quale confida che la Terra verrà distrutta dalla Confederazione Galattica se le potenze del mondo non decideranno, una volta per tutte, di vivere in pace. Barnhardt fa in modo che Klaatu venga ascoltato dai più importanti nomi della politica e della scienza: nel corso della conferenza l'extraterrestre dà una dimostrazione dei suoi poteri interrompendo per una mezz'ora l'erogazione dell'energia elettrica in tutti i continenti. Nel frattempo, lo spasimante di Helen insospettito dallo strano inquilino, denuncia tutto alla polizia. Klaatu viene inseguito ed ucciso. Helen, preavvertita da Klaatu, fa appena in tempo ad ordinare (con le ormai mitiche parole "Klaatu, Barada, Nikto") a Gort di non scatenare la distruzione. Il robot recupera il corpo del suo padrone, lo conduce insieme con la donna all'interno dell'astronave, e attivando misteriosi meccanismi gli ridona la vita. Rimessosi in forze Klaatu congeda Helen e rivolge il suo ultimatum alla Terra prima di allontanarsi per sempre nello spazio infinito.
Nobile esempio della fantascienza degli anni '50, Ultimatum alla terra è un film ricco di suggestioni e tematiche ancora attuali. La purezza e la razionalità dei visitatori sembrano ben esemplificate dalle linee essenziali, chiare e pulite del disco volante: l'astronave era costituita da un leggero telaio di legno ricoperto da una superficie di gesso verniciata d'argento. Si racconta che durante le riprese una folata di vento rischiò per davvero di far prendere il volo al disco di Klaatu.
Nello svolgimento dell'avventura di Klaatu é stata spesso avvertita una specie di allegoria cristiana: Klaatu scende sulla Terra offrendo un messaggio di pace; non viene creduto; viene tradito ed ucciso; risorge ed ascende in cielo ... lo stesso nome Carpenter (falegname) che l'alieno sceglie per la sua permanenza tra gli uomini è di per sé molto significativo. La Fox affidò la regia a Robert Wise noto come regista in grado di non "sforare" il budget, e, al tempo stesso, di garantire un prodotto di qualità.
Sotto l'armatura di Gort è Lock Martin, usciere dalla statura gigantesca del cinema Grauman's di Hollywood. Martin, nonostante il fisico imponente, sembra non fosse molto muscoloso: sta di fatto che per sollevare tra le braccia l'esile Patricia Neale e lo snello Rennie furono necessari argani, fili invisibili e fantocci.
Harry Bates, autore di “Farewell to the Master”, non condivise la trasposizione del suo racconto: una delle più stridenti libertà della sceneggiatura fu certamente quella di considerare Klaatu padrone dell'automa Gort e non come accade nel libro - con una intuizione altamente drammatica - l'automa Gort padrone di Klaatu.
Alcune sequenze del film sono citate in Toys e in L'armata delle tenebre.
Autore critica:
Fonte critica:www.fantafilm.it
Data critica:



Critica 3:
Autore critica:
Fonte critica:
Data critica:



Libro da cui e' stato tratto il film
Titolo libro:
Autore libro:

A cura di: Redazione Internet
Valid HTML 4.01! Valid CSS! Level A conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0 data ultima modifica: 09/08/2008
Il simbolo Sito esterno al web comunale indica che il link è esterno al web comunale