RETE CIVICA DEL COMUNE DI REGGIO EMILIA
Catalogo film per le scuole; ; Catalogo film per le scuole; ; ;
Torna alla Home
Mappa del sito Cerca in Navig@RE 

Home

PROVA PROVA -

Regia:Federico Fellini
Vietato:No
Video:
DVD:
Genere:
Tipologia:Amicizia
Eta' consigliata:Scuole medie inferiori
Soggetto:
Sceneggiatura:
Fotografia:
Musiche:
Montaggio:
Scenografia:
Costumi:Nato a Roma nel 1962, esordiente dopo alcuni corti nel 1999 con L’ospite, seguito nel 2004 da Fino a farti male, Alessandro Colizzi ha presentato questa mattina a Roma il suo terzo lungometraggio, dal titolo Crushed lives – Il sesso dopo i figli. Tra i partecipanti alla conferenza stampa, Colizzi chiarisce subito il doppio titolo: “Tutto nasce – spiega – perché il film ha partecipato a tre festival in America, ai quali si è presentato con questo titolo inglese che può essere tradotto come Vite schiacciate. La seconda parte è più legata alle tematiche del copione: quella centrale vuole indagare con originalità il momento dell’arrivo di un figlio, provando a capire cosa succede negli equilibri di una coppia. Posso aggiungere che il film si rivolge a tutti e che, nonostante certi particolari dettagliati, non è autobiografico”. Silvia Cossu, cosceneggiatrice e coautrice del libro Patatrac – Il sesso dopo i figli da cui il film prende il via, precisa che “in vista della stesura del copione, abbiamo mandato a 50 coppie, sposate e no, un questionario con alcune domande molto precise sul’argomento. Devo dire che non ha riposto nessuno e a quel punto abbiamo scelto di procedere da soli sulla scorta di conoscenze e osservazioni nostre. Abbiamo cercato di costruire una sorta di torta della sessualità, nella quale ciascuno potesse ritagliarsi la propria presenza”.
Effetti:
Interpreti:
Produzione:
Distribuzione:
Origine:
Anno:
Durata:



Trama:

Nato a Roma nel 1962, esordiente dopo alcuni corti nel 1999 con L’ospite, seguito nel 2004 da Fino a farti male, Alessandro Colizzi ha presentato questa mattina a Roma il suo terzo lungometraggio, dal titolo Crushed lives – Il sesso dopo i figli. Tra i partecipanti alla conferenza stampa, Colizzi chiarisce subito il doppio titolo: “Tutto nasce – spiega – perché il film ha partecipato a tre festival in America, ai quali si è presentato con questo titolo inglese che può essere tradotto come Vite schiacciate. La seconda parte è più legata alle tematiche del copione: quella centrale vuole indagare con originalità il momento dell’arrivo di un figlio, provando a capire cosa succede negli equilibri di una coppia. Posso aggiungere che il film si rivolge a tutti e che, nonostante certi particolari dettagliati, non è autobiografico”. Silvia Cossu, cosceneggiatrice e coautrice del libro Patatrac – Il sesso dopo i figli da cui il film prende il via, precisa che “in vista della stesura del copione, abbiamo mandato a 50 coppie, sposate e no, un questionario con alcune domande molto precise sul’argomento. Devo dire che non ha riposto nessuno e a quel punto abbiamo scelto di procedere da soli sulla scorta di conoscenze e osservazioni nostre. Abbiamo cercato di costruire una sorta di torta della sessualità, nella quale ciascuno potesse ritagliarsi la propria presenza”.

Critica 1:
Autore critica:
Fonte critica
Data critica:



Critica 2:Nato a Roma nel 1962, esordiente dopo alcuni corti nel 1999 con L’ospite, seguito nel 2004 da Fino a farti male, Alessandro Colizzi ha presentato questa mattina a Roma il suo terzo lungometraggio, dal titolo Crushed lives – Il sesso dopo i figli. Tra i partecipanti alla conferenza stampa, Colizzi chiarisce subito il doppio titolo: “Tutto nasce – spiega – perché il film ha partecipato a tre festival in America, ai quali si è presentato con questo titolo inglese che può essere tradotto come Vite schiacciate. La seconda parte è più legata alle tematiche del copione: quella centrale vuole indagare con originalità il momento dell’arrivo di un figlio, provando a capire cosa succede negli equilibri di una coppia. Posso aggiungere che il film si rivolge a tutti e che, nonostante certi particolari dettagliati, non è autobiografico”. Silvia Cossu, cosceneggiatrice e coautrice del libro Patatrac – Il sesso dopo i figli da cui il film prende il via, precisa che “in vista della stesura del copione, abbiamo mandato a 50 coppie, sposate e no, un questionario con alcune domande molto precise sul’argomento. Devo dire che non ha riposto nessuno e a quel punto abbiamo scelto di procedere da soli sulla scorta di conoscenze e osservazioni nostre. Abbiamo cercato di costruire una sorta di torta della sessualità, nella quale ciascuno potesse ritagliarsi la propria presenza”.
Autore critica:
Fonte critica:
Data critica:



Critica 3:
Autore critica:
Fonte critica:
Data critica:



Libro da cui e' stato tratto il film
Titolo libro:
Autore libro:

Progetto editoriale a cura di:; Progetto editoriale a cura di:; Progetto editoriale a cura di:; Progetto editoriale a cura di:; Progetto editoriale a cura di:; Progetto editoriale a cura di: Redazione Internet; Redazione Internet; Redazione Internet; Redazione Internet; Redazione Internet; Redazione Internet Contenuti a cura di:; Contenuti a cura di:; Contenuti a cura di:; Contenuti a cura di:; Contenuti a cura di:; Contenuti a cura di: Ufficio Cinema; Ufficio Cinema; Ufficio Cinema; Ufficio Cinema; Ufficio Cinema; Ufficio Cinema
Valid HTML 4.01! Valid CSS! Level A conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0 data ultima modifica: 06/11/2015
Il simbolo Sito esterno al web comunale indica che il link è esterno al web comunale