RETE CIVICA DEL COMUNE DI REGGIO EMILIA
Torna alla Home
Mappa del sito Cerca in Navig@RE 

Home

Alla ricerca dell'isola di Nim - Nim's Island

Regia:Jennifer Flackett; Mark Levin
Vietato:No
Video:
DVD:Mondo Home Ent.
Genere:Avventura
Tipologia:Diventare grandi, Natura e ambiente
Eta' consigliata:Scuole elementari; Scuole medie inferiori
Soggetto:tratto da romanzo omonimo di Wendy Orr, illustrato da Kerry Millard
Sceneggiatura:Paula Mazur, Jennifer Flackett, Mark Levin, Joseph Kwong
Fotografia:Stuart Dryburgh
Musiche:
Montaggio:Stuart Levy
Scenografia:Barry Robison
Costumi:Jeffrey Kurland
Effetti:
Interpreti:Abigail Breslin (Nim), Jodie Foster (Alexandra Rover), Gerard Butler (Alex Rover/Jack), Morgan Griffin (Alice), Christopher Baker (Ensign), Maddison Joyce (Edmund), Rhonda Doyle (madre di Edmund)
Produzione:Walden Media, Film Farm
Distribuzione:Moviemax
Origine:Usa
Anno:2008
Durata:

94’

Trama:

La piccola Nim è andata a vivere insieme a suo padre Jack, uno scienziato, su un'isola nel sud del Pacifico dove l'uomo deve compiere delle ricerche. Come una moderna Robinson Crusoe, Nim fa amicizia con un simpatico iguana di nome Fred, con la tartaruga Chica e trascorre le sue giornate con un leone marino che ha ribattezzato Selkie. Il suo unico contatto con il mondo civilizzato è un computer da cui può inviare e-mail. Inizia così la sua corrispondenza con una scrittrice agorafobica che vive a New York. Quando un giorno Jack parte a bordo di una barca per un'esplorazione e a causa di un ciclone non fa ritorno, Nim si trova sola sull'isola. Quando la scrittrice capisce che la sua amica di penna non è una scienziata, bensì una bambina sola su un'isola deserta, sa di doverla aiutare, ma per farlo deve vincere le sue paure...

Critica 1:Nim ha undici anni, ha smarrito per sempre la madre in fondo al mare e vive sola con il padre, appassionato di plancton, in un angolo di paradiso, un'isoletta del pacifico a cui ha dato il proprio nome. Non si può dire che, quando il padre si allontana, la bimba resti del tutto sola, perché ha un'otaria, un'iguana e un pellicano per amici, e i libri di avventure di Alex Rover come passatempo preferito. Ma nel momento del pericolo un aiuto umano non guasta e a soccorrere Nim arriva proprio Alex Rover in persona…peccato che più che ad Indiana Jones, il suo eroe assomigli ad una zitella fifona, perché Alex altro non è che il diminutivo di Alexandra, scrittrice dei libri del coraggioso e inesistente avventuriero, affetta da una forma invalidante di agorafobia acuta.
Non occorre essere degli esperti, basta aver visto qualche decina di cartoni animati, per sapere che laddove c'è un'orfana c'è anche una famiglia da (ri)costruire e Alla ricerca dell'isola di Nim non fa eccezione, narrando la storia di tre solitudini – quella di Nim, di suo padre Jack e di Alex – che superano mari (in tempesta) e monti (vulcanici) per trovarsi e dissolversi, al termine di un viaggio che prima che geografico è tutto interiore, ma non per questo meno disseminato di insidie.
Adattamento del romanzo omonimo di Wendy Orr, il film è più appassionante della pagina scritta e non ha nulla da invidiarle, arricchito com'è dalle splendide animazioni che lo decorano in testa e in coda. Abigal Breslin è Nim, piccola e splendente sotto il sole (nuovamente, letteralmente, little miss sunshine), mentre Gerard Butler interpreta entrambi i ruoli maschili, incarnando le proiezioni affettive e immaginarie delle due protagoniste, ma la vera sorpresa è Jodie Foster, a suo agio nella commedia e in un personaggio agli antipodi dal suo, con sconfinamenti nel puro slapstick.
Le premesse ci sono tutte: da una trama paradossale quanto basta – che mette in contatto una bambina che non ha timore di niente ma ha bisogno dei romanzi per volare con la fantasia e un'adulta sognatrice che ha bisogno della piccola Robinson per uscire di casa e dall'impasse creativo – al messaggio vecchia maniera, che questa volta è più moderno che mai e invita a fare esperienza del mondo, senza lasciarsi bloccare da paure spesso più immaginarie che reali.
Ci si aspetta, dunque, una serie di gag, che arriva puntuale ma non troppo originale, e uno spirito allegro e birichino, che invece cede il posto ad un'atmosfera dolce e malinconica, sconosciuta ai recenti film per bambini, ma già illustrata dai registi Jennifer Flackett e Mark Levin nel loro Innamorarsi a Manhattan. (…)
Autore critica:Marianna Cappi
Fonte criticamymovies
Data critica:

2007

Critica 2:Alla ricerca dell'isola di Nim è un film originale che restituisce Jodie Foster alla commedia, dove l'attrice americana può dimostrare ancora una volta tutto il suo enorme talento. Apologo ecologista sul coraggio e sulla capacità di superare le proprie paure, il film ha come protagonista la bambina 'prodigio' di Little Miss Sunshine, Abigail Breslin. Qui vive con il padre scienziato in un’isola sperduta delle Fiji, conducendo un'esistenza spensierata insieme ad una simpaticissima otaria e un lucertolone scorbutico chiamato Fred. Quando un giorno il padre risulta disperso dopo una tempesta, la ragazza invia una mail disperata al suo eroe Alex Rover di cui ha letto ogni singola avventura letteraria. Dall'altra parte del mondo, però, c'è Alexandra Rover (la Foster): scrittrice agorafobica e ipocondriaca che, nonostante tutte le sue idiosincrasie, viene convinta dallo 'spirito' del suo alter ego maschile letterario a partire per salvare la ragazzina. Gerard Butler recita nel doppio ruolo del padre e dell’incarnazione di Alex Rover, dando vita nel suo rapporto con Jodie Foster ad un meccanismo narrativo molto simile a quello instauratosi tra Woody Allen e il fantasma di Bogart in Provaci ancora Sam. Film romantico dalle venature ecologiste, Alla ricerca dell’isola di Nim sorprende per semplicità, al punto da ricordare alcune commedie leggere, ma indimenticabili del cinema americano anni Sessanta.
Autore critica:Marco Spagnoli
Fonte critica:cinematografo.it
Data critica:



Critica 3:
Autore critica:
Fonte critica:
Data critica:



Libro da cui e' stato tratto il film
Titolo libro:
Autore libro:

A cura di: Redazione Internet
Valid HTML 4.01! Valid CSS! Level A conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0 data ultima modifica: 03/27/2012
Il simbolo Sito esterno al web comunale indica che il link è esterno al web comunale