RETE CIVICA DEL COMUNE DI REGGIO EMILIA
Torna alla Home
Mappa del sito Cerca in Navig@RE 

Home

Diavolo in corpo (Il) - Diable au corps (Le)

Regia:Claude Autant-Lara
Vietato:No
Video:Mts Home Video, M & E, Fonit Cetra Video
DVD:
Genere:Drammatico
Tipologia:Letteratura francese - 900
Eta' consigliata:Scuole medie superiori
Soggetto:Tratto dal romanzo "Il diavolo in corpo" di Raymond Radiguet
Sceneggiatura:Jean Aurenche, Pierre Bost
Fotografia:Michel Kelber
Musiche:Rene' Cloerec
Montaggio:Madeleine Gug
Scenografia:Max Douy
Costumi:Claude Autant-Lara, Monique Dumas
Effetti:
Interpreti:Micheline Presle (Marthe Grangier), Gerard Philipe (Franšois Jaubert), Palau Henri Gaultier (Signor Marin), Richard Francoeur (capo cameriere), Albert Michel (il venditore), Jean Debucourt (Edouard Jaubert), Michel Franšois (Rene'), Denise Grey (Signora Grangier), Germaine Ledoyen (Signora Jaubert), Marthe Mellot (suora), Jeanne Perez (Signora Marin), Jacques Tati (soldato), Jean Varas (Jacques Lacombe), Charles Vissiere (Anselmo)
Produzione:Transcontinental Films
Distribuzione:Cineteca Nazionale - Cineteca dell’Aquila
Origine:Francia
Anno:1946
Durata:

110'

Trama:

Verso la fine della prima guerra mondiale, Marthe Grangier, fidanzata a un combattente, Ŕ infermiera in un ospedale militare nei dintorni di Parigi. Essa fa la conoscenza di un liceale diciassettenne, Franšois, e durante un viaggio a Parigi ne diviene l'amante. Non si tratta di una relazione passeggera: malgrado l'opposizione della madre di Marthe, e benchŔ questa nel frattempo si sia sposata, l'idillio tra Marthe e Franšois non cessa, ma assume anzi il carattere di un amore appassionato e travolgente. I due giovani convivono, di nulla preoccupandosi, all'infuori del loro amore; fino a che la realtÓ li riafferra. Un bimbo deve nascere e la fine non lontana della guerra minaccia di far crollare l'edificio della loro colpevole felicitÓ. Mentre i due giovani si preparano alla separazione, un incidente sopraggiunto alla futura mamma distrugge ogni loro speranza. La donna muore e i funerali hanno luogo il giorno dell'armistizio. Franšois, annientato dal dolore, segue di nascosto la salma dell'amata, mentre intorno a lui tutto il popolo Ŕ in festa.

Critica 1:Dal romanzo (1923) di Raymond Radiguet: nel 1918, mentre il marito ufficiale Ŕ al fronte, la giovane Marthe incontra di nuovo Francois, di pochi anni pi¨ giovane, ne diventa l'amante e muore di parto dando alla luce un bambino che sarÓ chiamato Franšois. La storia Ŕ raccontata, secondo la sceneggiatura di Aurenche e Bost, in flashback, a partire dai funerali di Marthe, mentre si festeggia l'armistizio. Come il romanzo nel '23, il film scandalizz˛ i benpensanti puritani e militaristi, guardiani della pubblica morale, anche se diluiva in protesta sentimentale e in rifiuto della guerra l'ardore iconoclasta di Radiguet, pur conservandone grazie anche ai due interpreti una disperata e commossa grazia, una dolorosa tenerezza. Tra le sequenze celebri citiamo almeno la prima notte degli amanti nell'appartamento di Marthe con il caminetto e il pranzo nel ristorante elegante.
Autore critica:
Fonte criticaIl Morandini – Dizionario dei film, Zanichelli
Data critica:



Critica 2:Tipica storia romantica di amore e morte, Il diavolo in corpo esplora le fasi di sviluppo e i momenti culminanti di un rapporto anomalo, non solo in quanto adulterino, ma soprattutto perchÚ vissuto con totale adesione da un adolescente alla sua prima esperienza amorosa e da una donna di lui maggiore d'etÓ. Lo scandalo che il film suscit˛ (rimase proibito in Francia per parecchi anni e in Italia uscý in versione accorciata di 15' per imposizione della censura) non va per˛ soltanto collegato con questa dimensione doppiamente peccaminosa, in base ai canoni del moralismo borghese, del rapporto tra Franšois e Marta, ma va messo soprattutto in relazione con l'antimilitarismo che pervade l'opera e che ne determin˛ la condanna. Mentre la Francia conduce il suo grande sforzo bellico, c'Ŕ una debole traccia nel film del fronte interno, i due innamorati pensano solo a vivere la loro avventura sentimentale tenendo lontano il pi¨ possibile gli echi della guerra e sperando nell'intimo che questa non termini mai, perchÚ ci˛ significherebbe il ritorno del marito. Il giorno della vittoria nel novembre del 1918 coincide per Franšois con la morte di Marta e quindi con il giorno pi¨ triste della sua vita.
Per il tronfio e permaloso nazionalismo francese dell'epoca era veramente troppo.
Il diavolo in corpo Ŕ un film che denuncia dalla prima all'ultima sequenza l'appartenenza a quella scuola cinematografica francese degli anni trenta-quaranta, caratterizzata da grande professionismo, da un tradizionale collegamento con la letteratura e da un gusto raffinato sul piano formale. Si tratta di quel Cinema che i giovani della Nouvelle Vague definiranno il Cinema di papÓ, condannandone l'accademismo e la progressiva fossilizzazione in formule ripetitive.
E' comunque indubbio, al di lÓ del ribellismo delle giovani generazioni di registi, che il film di Autant Lara, per quanto non sia invecchiato benissimo, conserva ancora un indiscutibile fascino evocativo, ricostruendo con maestria atmosfere degli anni dieci e comunicando con morbide dissolvenze incrociate il senso di mesta elegia sull'amore perduto che forse, pi¨ del tanto scandaloso antimilitarismo, costituisce l'ispirazione pi¨ autentica del film.
Autore critica:
Fonte critica:PacioliCinema.net
Data critica:



Critica 3:
Autore critica:
Fonte critica:
Data critica:



Libro da cui e' stato tratto il film
Titolo libro:Diavolo in corpo (Il)
Autore libro:Radiguet Raymond

A cura di: Redazione Internet
Valid HTML 4.01! Valid CSS! Level A conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0 data ultima modifica: 11/12/2004
Il simbolo Sito esterno al web comunale indica che il link Ŕ esterno al web comunale