Salta al contenuto

Bike to work

Incentivi economici ai lavoratori che utilizzano la bicicletta.

Data:

22-02-2022

Anche a Reggio Emilia è possibile essere pagati per andare al lavoro in bicicletta anziché in auto, grazie al progetto “Bike to work”. Aziende private, enti pubblici e partecipate, con sede operativa nel territorio comunale di Reggio Emilia, aderendo all’avviso pubblico del Comune di Reggio partecipano a questa innovativa iniziativa di mobilità sostenibile che, grazie a finanziamenti regionali e comunali, consente di premiare i lavoratori più virtuosi in tema di sostenibilità con un contributo fino a 50 euro mensili.

I soggetti aderenti sottoscrivono apposito Accordo di Mobility Management con il Comune di Reggio Emilia e nominano un Mobility manager aziendale, o un responsabile aziendale della mobilità, quale figura di riferimento per le azioni di mobilità sostenibile e coinvolto nella costituzione della futura Rete dei mobility manager aziendali della città.

In continuità con il Pums (Piano urbano della mobilità sostenibile) di Reggio Emilia e con le politiche regionali del Piano aria integrato regionale (Pair 2020), l’azione ha l’obiettivo prioritario di favorire spostamenti attivi nei percorsi casa-lavoro e disincentivare il ricorso all’auto privata. 

In questo periodo così difficile per tutti noi, dobbiamo in ogni caso guardare avanti e lavorare anche per gli obiettivi non contingenti, ma con un respiro più ampio – ha detto l’assessore comunale alla Mobilità sostenibile Carlotta Bonvicini - Questa iniziativa è preziosa e importante, perchè permette di creare una rete fra Amministrazione e aziende: la figura del mobility manager, già ampiamente utilizzata ed efficace nel mondo della scuola, è un importante riferimento per sviluppare nuovi progetti e nuove sinergie nella gestione delle politiche per la mobilità sostenibile, con la preziosa collaborazione anche dei privati. Inoltre, incentivi economici sono qualcosa di concreto e visibile, che possono davvero fare la differenza nelle scelte quotidiane di mobilità dei lavori della nostra città, a beneficio delle persone e dell’ambiente urbano.

Progetto 'Bike to work'

Le aziende e gli enti locali interessati possono rispondere aderendo all’avviso pubblico del Comune consentendo di remunerare i propri dipendenti e contribuendo a incrementare i benefici ambientali e urbani che la scelta della bicicletta comporta, dalla riduzione del traffico alla riduzione dell’inquinamento.

Come previsto anche dal Decreto Rilancio, i soggetti aderenti dotano di un mobility manager aziendale, con il compito di pianificare, gestire, promuovere soluzioni ottimali di mobilità sostenibile e  essere referente del progetto ‘Bike to work’ sia per i dipendenti che per il Comune di Reggio Emilia.

La scadenza per la presentazione della manifestazione di interesse da parte di aziende ed enti intenzionati a partecipare al progetto sperientale Bito to Work è il 30 gugno 2022.

A conclusione della raccolta delle istanze delle aziende, sono sottoscritti gli Accordi di Mobility management tra Comune di Reggio Emilia e aziende ed enti per la realizzazione del progetto sperimentale “Bike to work” nonché per la creazione della Rete di Mobility Manager aziendali.

A seguito della stipula degli Accordi, nelle settimane successive i lavoratori interessati, delle aziende che hanno aderito, registrano su un’apposita Applicazione che permette di monitorare e certificare l’utilizzo effettivo della bicicletta e il chilometraggio percorso nel tragitto casa-lavoro per quantificare gli incentivi economici accumulati. I contributi vengono erogati, direttamente al dipendente, nella misura massima di 20 centesimi al chilometro, per un massimo di 50 euro mensili.
Per questa prima fase sperimentale, sono stati messi a disposizione oltre 150mila euro (di cui circa 100mila di fondi regionali per premiare chi sceglie la bicicletta e circa 50mila euro di contributi comunali per la gestione del progetto e dell’applicazione collegata).

Ambiente e salute

Il progetto Bike to work rientra tra le iniziative promosse dal Comune di Reggio Emilia per migliorare la qualità dell’aria e delle condizioni di vita in area urbana. Da anni il Comune lavora per promuovere forme di mobilità alternative all’automobile attraverso l’implementazione della rete ciclabile cittadina (estesa su oltre 250 chilometri) e attività di sensibilizzazione sull’importanza della sostenibilità ambientale, nella convinzione che la salute della collettività, la tutela dell’ambiente nonché la salvaguardia del territorio e del paesaggio costituiscano un obiettivo irrinunciabile e inderogabile delle politiche di governo locale. A riguardo la promozione e l’utilizzo sempre più esteso di mezzi a basso impatto ambientale e a ridotto consumo energetico rappresentano un passaggio fondamentale. Sul tema, l’Amministrazione ha appena approvato il progetto Re-clacs per favorire la mobilità sostenibile nei percorsi casa-scuola, riqualificando i fronti scolastici e rendendo quindi più sicuri e “appetibili” per pedoni e ciclisti i tragitti da e per le scuole.

Per informazioni: mobility.manager@comune.re.it

Progetto Bike to Work: intervento realizzato con il contributo della Regione Emilia Romagna - Legge regionale 2017 n° 10 Interventi per la promozione e lo sviluppo del sistema regionale della ciclabilità.

Link utili

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

25-03-2022 07:03

Contenuti correlati

Novità3 feb 2022
Prorogato il progetto "Bike to Work"
Prorogato fino al 30 giugno 2022 il bando per incentivare i tragitti casa-lavoro in bicicletta.