Chi siamo
10/05/2016

Lotta allo spaccio, la Polizia Municipale sequestra quasi 2.500 euro a un clandestino in via Mameli

Oltre sedici grammi di hashish e 2.490 euro infilati in una pochette in camera da letto, questo il risultato del blitz effettuato dal nucleo antidroga della Polizia Municipale di Reggio Emilia ieri, lunedì 9 maggio, poco prima di mezzanotte in via Mameli. A finire nei guai David Skuka, cittadino albanese di 27 anni in Italia senza permesso di soggiorno. Il giovane aveva attirato l'attenzione degli Agenti della Municipale, sia per la sua assidua presenza in alcuni bar dalla città, in particolare in via Turri e nella zona tra via Fratelli Rosselli e Coviolo, sia per le sue frequentazioni. Durante gli appostamenti degli Agenti, infatti, il ventisettenne è stato spesso avvistato attorniato da persone già note come assuntori di sostanze stupefacenti. Nel giro di poche settimane le indagini del nucleo antidroga hanno condotto all'appartamento di via Mameli 11, utilizzato dal giovane come base per lo spaccio. Sulla base del materiale raccolto dagli Agenti, il Pubblico Ministero, Dottoressa Valentina Salvi, ha emesso un decreto di perquisizione a cui è stato dato seguito nella serata di ieri. All'interno dell'appartamento, che il ragazzo occupava senza averne titolo, gli Agenti hanno ritrovato tre ovuli di hashish nascosti in un vasetto sopra al televisore, mentre in camera da letto, arrotolati all'interno di una pochette, erano custoditi ben 2.490 in banconote di vario taglio. L'uomo, senza lavoro e in Italia senza permesso di soggiorno, non ha saputo spiegare agli Agenti la provenienza del denaro. Portato negli uffici del Comando di Polizia Municipale il giovane è stato denunciato per detenzione illegale di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio e immigrazione illegale.




Data di ultima modifica 10/05/2016