Chi siamo
23/02/2016

Collega il tubo di scappamento all'abitacolo, la Municipale sventa un tentativo di suicidio

Un tentativo di suicidio nelle campagne reggiane verso Correggio è stato sventato oggi, 23 febbraio, dagli Agenti della Polizia Municipale. L'uomo, un quarantasettenne di Modena, ha cercato di togliersi la vita collegando il tubo di scappamento dell'auto all'abitacolo. Erano le 09.00 di mattina quando il quarantasettenne ha deciso di mettere in azione il piano suicida, ha scelto una zona appartata, il cortile di una casa abbandonata nelle campagne reggiane poco lontano dal locale “Ristodisco Casanova”, ha collegato il tubo di scappamento all'abitacolo e ha acceso il motore attendendo l'epilogo. Pochi minuti dopo una pattuglia di Agenti della Municipale in servizio presso la circoscrizione Nord Est, durante il normale sevizio di controllo del territorio, ha notato il veicolo parcheggiato e si è immediatamente insospettita. La zona appartata e la posizione dell'auto potevano, infatti, suggerire un losco traffico o un tentativo di furto. Quando gli Agenti si sono avvicinati hanno notato il tubo che collegava la marmitta al finestrino e hanno capito immediatamente la situazione. L'uomo, ancora cosciente, ma barricato dentro l'auto sembrava deciso a perseguire il suo triste intento, tuttavia dopo un serrato colloquio gli Agenti hanno convinto la persona ad aprire la portiera e a scendere. Il quarantasettenne, subito soccorso dal personale del 118, è stato trasportato al pronto soccorso del Santa Maria Nuova per i controlli sanitari. Problemi familiari e finanziari pare che siano all'origine del tragico tentativo.




Data di ultima modifica 23/02/2016