Chi siamo
04/02/2019

Da mercoledì 6 febbraio in via Carlo Teggi la velocità delle auto sarà controllata con un autovelox fisso

Un autovelox fisso controllerà 24 ore su 24 – dalle 00 di mercoledì 6 febbraio – la velocità dei mezzi che percorrono via Carlo Teggi, la provinciale per Cavriago. Terminano oggi, infatti, le verifiche tecniche sull’apparecchiatura, effettuate dagli operatori della Polizia locale di Reggio Emilia. I primi due giorni della prossima settimana saranno utilizzati per le ultime messe a punto degli strumenti informatici, necessari per consentire all’apparecchiatura di interfacciarsi con le telecamere installate sulla strada. Allo scoccare della mezzanotte tra martedì 5 e mercoledì 6 febbraio, l’occhio elettronico registrerà tutte le targhe dei mezzi che supereranno il limite di velocità di 70 chilometri orari. L’impianto, installato sulla carreggiata di destra per chi procede verso la città, è dotato di telecamere bidirezionali con visione notturna, posizionate a circa 300 metri l’una dall’altra. Tale strumentazione renderà possibile monitorare, anche di notte, entrambe le corsie di marcia di via Carlo Teggi, una strada già teatro di incidenti, anche mortali, spesso provocati dell’eccessiva velocità. L’apparato di controllo, posizionato all’interno del tratto tra l’uscita dal centro abitato della frazione di Codemondo e il ponte sul Modolena in prossimità di Roncina, è un velox tipo T-Exspeed V.2.0 fornito dalla ditta Sicursat, vincitrice della gara d’appalto. Il rilievo della velocità sarà effettuato con un breve filmato da cui l’agente di Polizia locale, incaricato del monitoraggio, grazie a un programma completamente automatizzato che non permette alcuna manipolazione estrapolerà alcuni fotogrammi. Le foto con la traccia della velocità del mezzo rimarranno poi allegate agli atti del verbale e saranno consultabili dai cittadini sia online, attraverso un link che nei prossimi giorni sarà collegato al sito della Polizia locale di Reggio Emilia, sia attraverso la procedura di accesso agli atti. La strumentazione, collaudata e debitamente revisionata, è provvista dei sigilli di legge anti-manomissione. Le sanzioni per chi supera il limite di velocità sono regolamentate dall’articolo 142 del Codice della strada che, nei commi dal 7 al 9bis. La tolleranza, cioè il margine di errore dello strumento, è fissata dalla legge. Per velocità accertate inferiori ai 100 chilometri orari si sottraggono semplicemente 5 chilometri orari. Se invece la verbalizzazione viene effettuata su mezzi che hanno superato i 100 chilometri orari, la velocità viene determinata sottraendo il 5% al valore registrato dalla telecamera. L’ammontare del verbale subirà un maggiorazione, se il superamento dei limiti avverrà nella fascia notturna, cioè compresa tra le ore 22 alle 7 del giorno seguente. Le sanzioni saranno spedite al proprietario del mezzo o all’obbligato in solido, che dovrà accollarsi anche le spese di notifica del verbale. Nel caso in cui l’articolo del Codice della strada contestato all’interno del verbale preveda la decurtazione di punti dalla patente, il proprietario del mezzo dovrà anche comunicare i dati della persona alla guida.





Data di ultima modifica 04/02/2019