26 maggio 2016: a Reggio Emilia la finale della Uefa Champions League femminile

Ultimo Aggiornamento: 05/24/2017

Uefa Champions League femminile

Reggio Emilia capitale europea del Calcio femminile: il 26 maggio allo stadio Città del Tricolore di piazzale Atleti Azzurri d'Italia si è celebrata infatti la finale della Uefa Women's Champions League, la competizione continentale per club che dal 2010 è abbinata alla finale maschile, quest'anno ospitata allo stadio Meazza di San Siro a Milano.

La Finale tra Wolfsburg e Olympique Lione, preceduta dall’emozionante esibizione delle Frecce Tricolori che hanno sorvolato il cielo reggiano per presentare la partita, è stata vinta dalla squadra francese.

La Champions League e i giovani

In vista della finale di UEFA Women's Champions League, la Fondazione per lo Sport del Comune di Reggio Emilia nell’ambito del progetto "Irene - lo sport per vincere la pace”, ha indetto un concorso dal titolo “Dentro-fuori” per la realizzazione di un breve video.
L'obiettivo del concorso è stato quello di sensibilizzare su temi quali la pratica dello sport al femminile, il superamento degli stereotipi, l’abbandono della pratica sportiva, la bellezza del gioco, il valore delle regole, la coesistenza amichevole, l’agonismo non conflittuale, la forza dell’amicizia e la fraternità dei popoli. 

La Champions League e le scuole

Alle scuole, reggiane e non solo, sono state riservate due iniziative:

  • il concorso artistico/letterario "Il Calcio per costruire pari opportunità", che ha premiato le classi vincitrici con un corrispettivo in denaro (€ 1.000) per l'acquisto di materiale didattico e un kit tecnico-didattico e i biglietti per assistere alla finale che si è tenuta il 26 maggio;
  • il torneo di calcio a squadre miste "Road to the final".

La Champions League e Fotografia Europea

Tutti coloro in possesso del biglietto per la Finale hanno avuto diritto alla riduzione sul biglietto di ingresso a Fotografia Europea (tutte le sedi e in tutte le giornate di apertura).

La conferenza stampa del 16 febbraio 2016

Il 16 febbraio 2016, nella Sala del Tricolore, è stata accolta la Coppa giunta lo stesso giorno a Reggio Emilia ed è avvenuta la presentazione dell'evento con il sindaco Luca Vecchi il presidente della Figc Carlo Tavecchio e Karen Espelund, presidente della Commissione Uefa Calcio femminile. 
Fra i presenti, Antonio Conte Ct della Nazionale maschile, Antonio Cabrini Ct della Nazionale femminile, Luigi Di BiagioTecnico dell'Under 21 e Fiona May Capo delegazione Nazionale femminile Under 19 e presidente della Commissione Figc per l'integrazione e la lotta al razzismo.

“Dopo Berlino 2015, Reggio Emilia 2016 – dice il sindaco Luca Vecchi - La nostra città a maggio diventerà teatro di uno degli eventi sportivi più importanti d'Europa: la finale di Champions League femminile. E' un motivo di orgoglio che Uefa e Federazione italiana gioco calcio abbiano scelto Reggio come luogo ideale per disputare un incontro così importante e, ancora una volta, sapremo dimostrarci all'altezza.
“Sarà una grande festa, per tutti: molto più di una sfida di calcio. Nei mesi precedenti organizzeremo una serie di eventi in città e nelle scuole, per coinvolgere a più livelli la cittadinanza. Reggio Emilia negli ultimi anni si è trasformata in un laboratorio del “calcio senza barriere”, grazie alla collaborazione con le società sportive, la Prefettura, gli organi di polizia. Un messaggio che vogliamo portare avanti e che auspichiamo si estenda a sempre più realtà.
“Rispetto alla partita, c'è un motivo per così dire extrasportivo, che ci fa essere particolarmente felici: questa finale ci darà modo di veicolare in tutto il mondo i valori dello sport al femminile, l'attenzione per la pratica e la disciplina di base, un'idea di calcio di cui sempre più tutto il movimento sente il bisogno”.