Il ruolo dei Chiostri di San Pietro

Ultimo Aggiornamento: 07/03/2017

In coerenza con gli obiettivi della linea di finanziamento ASSE 6 del POR FESR e con la nostra strategia di sviluppo urbano, il progetto del Comune di Reggio Emilia è centrato sui Chiostri di San Pietro, scelti come il luogo ideale:

  • per potenziare le politiche e le attività culturali della nostra città, anche in una dimensione nazionale e internazionale. Già oggi sede di manifestazioni di grande respiro, come Fotografia Europea, i Chiostri di San Pietro possono ambire a diventare la quinta naturale di iniziative culturali in grado di aumentare ulteriormente l’attrattività complessiva della nostra città;
  • per rinnovare la vocazione di questi spazi, già luoghi antichi di cultura, sapere e lavoro, a sviluppare sperimentazioni per nuovi modelli di produzione di valore, sia sociale che economico. La riqualificazione funzionale dei bassi servizi porterà infatti alla creazione di un Laboratorio Aperto, un centro di sperimentazione di modelli di economia collaborativa e di innovazione sociale e tecnologica aperta a tutti gli interlocutori della città e del territorio.

I Chiostri di San Pietro sono risultati il luogo ideale dove poter realizzare quanto richiesto dalla Regione perché:

  • sono un patrimonio di straordinario pregio storico e architettonico di proprietà dell'Amministrazione e sono assolutamente unici nel panorama architettonico nazionale;
  • sono facilmente raggiungibili sia dalla città che da comuni limitrofi e la struttura è ricchissima di spazi, utilizzati solo in parte, in occasione di eventi;
  • sono fortemente riconosciuti e consolidati nell'immaginario cittadino come luogo di cultura e arte, grazie al suo ruolo nodale in occasione di eventi ad ampio richiamo di pubblico come Fotografia Europea;
  • sono percepiti da sempre come aperti alla contaminazione culturale, alla partecipazione, alla sperimentazione, alle relazioni, come dimostrano i molti eventi che vengono organizzati nella stagione primaverile ed estiva;
  • per tradizione, si prestano ad essere essere diffusori di cultura e produttori di innovazione, come era tradizionalmente il complesso benedettino, luogo nevralgico dello scambio e della relazione in città.

I Chiostri torneranno così ad essere una vetrina internazionale per la città, un volano per la rigenerazione urbana del centro storico e l’attrattività del territorio e del sistema cittadino, centro propulsore di sperimentazioni, innovazioni e produzione di valore.

 il ruolo dei chiostri