Comune di Reggio Emilia

Home Sviluppo economico Tutti i progetti dell'Area Nord Parco Innovazione (Area Reggiane)Connessioni

Connessioni

Ultimo Aggiornamento: 01/13/2014

Gli esiti positivi del programma di rigenerazione urbana dell'Area Reggiane sono fortemente condizionati dalla realizzazione di efficienti collegamenti con la città e il centro storico. Il potenziamento dell'accessibilità risulta pertanto un'azione chiave da attuare a monte del programma attraverso un progetto di mobilità basato sulla integrazione sinergica di politiche di interscambio, di intermodalità e di sostenibilità. Il che significa un forte coordinamento tra la mobilità su gomma e su ferro e tra la mobilità pubblica e privata nelle sue differenti forme (veicolare, ciclabile, pedonale).

n questa direzione risultano determinanti tre categorie di progetti. Quelli finalizzati alla creazione di un sistema di connessioni e relazioni urbane tra l'Area Reggiane e il centro storico, quelli rivolti ad aumentare l'efficienza del trasporto pubblico su gomma e su ferro, e quelli infrastrutturali volti alla realizzazione di collegamenti diretti alla rete viaria portante.
L'area delle ex Officine Meccaniche Reggiane e il CIM Centro Intermodale Mobilità sono la parte dell'Area Nord di Reggio Emilia più vicina al centro storico. Il CIM è un sistema che comprende: il parcheggio scambiatore (l'attuale Piazzale Europa), la stazione del servizio ferroviario “tradizionale”, la stazione del trasporto pubblico locale, con la rispettiva sede, e il piazzale degli autobus extraurbani.
È un'area strategica, collegata alle principali arterie stradali e ferroviarie di accesso alla città (tangenziale, via dell'Aeronautica, stazione FFSS) e in posizione di cerniera tra il centro storico e la stazione AV Mediopadana.
L'insediamento nell'Area Reggiane del Parco Innovazione, Conoscenza e Creatività – già operativo con il Centro Internazionale L. Malaguzzi e il Tecnopolo – contribuisce a trasformare l’area in una polarità urbana a servizio della città e del quartiere Santa Croce. Alla base di questa trasformazione risulta fondamentale la definizione di un sistema di connessioni che renda facile e veloce l'accesso all'area, e fornisca una serie di servizi e funzioni aggiuntive per supportare e migliorare la mobilità.
Il potenziamento delle connessioni parte dalla ridefinizione di Piazzale Europa, che, dalla esclusiva vocazione di parcheggio per automobili diventa un parco, il centro del Parco Innovazione: un luogo pubblico di qualità, in posizione baricentrica rispetto alle eccellenze presenti nell'area, a tutto il sistema degli spostamenti e contenente spazi e servizi per la mobilità.
La definizione della rete di connessioni per l'area prevede diverse tipologie e scale d'intervento:

  • nuove connessioni per la mobilità carrabile pubblica e privata per intercettare i flussi a scala extraurbana;
  • collegamenti capillari per la mobilità ciclo-pedonale a scala urbana verso il centro, i quartieri limitrofi e i punti nodali del sistema dell'educazione e della conoscenza: le sedi universitarie, i Chiostri di San Pietro e San Domenico, il Campus San Lazzaro e il nuovo Parco Innovazione.
  • segnalazione, informazione e messa in rete del sistema educazione e conoscenza, del sistema della mobilità e degli eventi della città (ad esempio le date, i tempi, i mezzi e i percorsi tramite appositi dispositivi).
Gli interventi chiave sono relativi a Piazzale Europa, alla riapertura del braccio storico di viale Ramazzini, alla creazione di un sistema di connessioni ciclo-pedonale, alla realizzazione di un display e alla realizzazione di parcheggi sopraelevati con parco fotovoltaico.