'Ci vuole un fiore'...anche per le storie di Natale

Ultimo Aggiornamento: 12/15/2017
'Ci vuole un fiore'...anche per le storie di Natale

Oggi le #StorieDiNatale ci portano nel parco di Villa Cougnet, sede della Biblioteca Santa Croce, con Maria Cristina, maestra della scuola primaria “Carlo Collodi”.

“Abbiamo cominciato a lavorare sul tema degli alberi anni fa con i bambini di prima, a partire dalla canzone Ci vuole un fiore: quello che vediamo ogni giorno intorno a noi ci può rivelare segreti che ci aprono mondi differenti. La scuola ha questo compito: aiutare i bambini a guardare con occhi diversi quello che sta intorno a loro, ascoltarlo, capirlo e farlo proprio. Come scuola quest'anno abbiamo partecipato a Vivilverde, con due classi quarte, lavorando con due esperti, piantando le ghiande e chiedendo poi ai ragazzi di fare lezione agli alunni di quinta.
Dal punto di vista di noi insegnanti, con queste attività riusciamo a coinvolgere tutti i bambini, anche quelli che stanno imparando l'italiano, perché possono sperimentarle. Farli partecipare sul territorio, con cose così vicine a loro, ci aiuta tantissimo, anche con le famiglie: alla Festa dell'Albero era presente anche la scuola di italiano per le mamme. Così cresciamo come gruppo, come società civile, e i bambini che non sono nati nel quartiere cominciano a sentirlo proprio.
C'è anche l'aspetto della bellezza, del rendere “bello” il nostro quartiere con gli alberi da fiore: mentre preparavamo la festa una bambina ha detto “Quando guardo un albero divento più creativa”. In classe abbiamo letto L'uomo che piantava gli alberi in cui il protagonista rende bello un territorio brullo piantando tantissimi alberi: con questa esperienza hanno visto che già con pochi alberi in più il cambiamento può essere totale.”

Questa storia è nata anche grazie alle attività del Ceas - Centro di Educazione alla Sostenibilità Ambientale del Comune e del programma di azioni per la qualità dell'aria Reggio Respira.