Comune di Reggio Emilia

Home Aree tematiche Relazioni Internazionali Tutti i progetti'Compete In'- I partner europei in visita a Reggio per conoscere realtà locali che sanno internazionalizzare

'Compete In'- I partner europei in visita a Reggio per conoscere realtà locali che sanno internazionalizzare

Ultimo Aggiornamento: 09/26/2017

Study visitTappa reggiana per il progetto 'Compete In', finanziato dalla Unione europea attraverso il programma Interreg Europe con 1,4 milioni di euro, finalizzato allo sviluppo e all'internazionalizzazione delle piccole e medie imprese e dei territori in cui operano. “Compete In – Internazionalizzazione per la competitività territoriale: Pmi in regioni globalizzate”, di cui il Comune di Reggio è capofila, si basa sull'idea che le città (i governi locali assieme a Camere di Commercio, associazioni di categoria, università e centri di ricerca) possono contribuire a questa sfida supportando e facilitando percorsi che facciano leva sulle relazioni internazionali di ciascun territorio e sul sistema delle eccellenze locali. Per questo promuove scambi di conoscenza reciproca tra città che hanno realtà e progetti che possono fare scuola in tema di internazionalizzazione dei territori.

study visit 5Compete In è stato elaborato dal Comune di Reggio Emilia e dalla Fondazione E35 nel 2015, evidenziando le volontà e la sfida dell'assessorato Città Internazionale: costruire occasioni di incontro con esperienze estere per favorire la crescita del sistema economico locale – dice l'assessora comunale alla Città internazionale Serena Foracchia . Compete In è un progetto che ci mette in dialogo con altre realtà europee per accompagnare Reggio Emilia ad affinare strumenti di attrattività e favorire la presenza del nostro sistema economico su mercati esteri. L'attiva partecipazione di diversi enti reggiani a questo meeting ed al progetto è una rappresentazione importante della collaborazione necessaria per la competitività sulla scena internazionale”.


study visit 2A settembre 2017 i partner europei del progetto - Municipalità di Gavle (Svezia), Agenzia per l’imprenditoria e lo sviluppo dell'Alta Silesia e la regione della Wielkopolska (Polonia) e l’Istituto per le imprese e la competitività di Valencia (Spagna), oltre a Ervet (società in house della Regione Emilia-Romagna per la valorizzazione economica del territorio) – sono stati in visita nella nostra città per conoscere da vicino alcune realtà che rappresentano valide strategie per favorire l'internazionalizzazione dei territori, l'attrazione di investimenti e di talenti e la creazione di partnership internazionali.
I partner europei, accompagnati da un rilevante numero di stakeholder (funzionari delle Regioni, responsabili di centri di trasferimento tecnologico, rappresentanti di associazioni di categoria, di Politecnici e Università), si sono confrontati con gli attori istituzionali ed economici che sul territorio reggiano hanno dato vita a importanti iniziative e progetti: il Parco Innovazione, un hub Internazionale per l'attrazione di investimenti, imprese e talenti (con visite e incontri al Centro internazionale Malaguzzi, sede di Reggio Children, al Tecnopolo e ai laboratori di Crpa); l'Archivio Reggio – Africa, cuore delle relazioni con il continente africano tra rapporti di natura solidale, culturale ed economica; il Food Innovation Program e i progetti di collaborazione tra università ed imprese reggiane per l’innovazione del prodotto e il collocamento sui mercati esteri.

study visit 3Agli incontri hanno partecipato, in qualità di relatori e di testimoni, diversi protagonisti delle buone pratiche che Reggio Emilia ha inteso presentare all'interno del progetto Compete In. In occasione degli incontri l'assessora Serena Foracchia e le imprese del territorio attive nelle reazioni con il Sud Africa, la Fondazione E35, il Consolato generale del Sud Africa in Milano, il Rugby Reggio, Unimore, con hanno sottolineato come lo sviluppo dei rapporti di amicizia e fiducia tra la nostra città e lo stato africano abbia portato alla costruzione di una partnership strategica, di cui entrambi gli attori beneficiano in numerosi settori. Imprese, docenti e studenti coinvolti nei progetti di Unimore e del Food Innovation Programm hanno presentato un'idea di formazione superiore che coinvolge diverse realtà del territorio per favorire lo sviluppo economico e le relazioni internazionali, nonché l'attrazione dei talenti. Le imprese, gli investitori, i soggetti pubblici e privati protagonisti del progetto del Parco Innovazione hanno presentato ai partner europei un'idea concreta di sviluppo basata sulla ricerca e l'innovazione al servizio dell'economia e della qualità della vita della città.
Il progetto Compete In, che coinvolge un gruppo di lavoro guidato dal Comune di Reggio e composto da Camera di Commercio, Unindustria, Legacoop Emilia ovest, Cna, Crpa, Reggio Children, Unimore, Fondazione E35, Stu Reggiane, in stretta collaborazione con la Regione Emilia-Romagna, offre occasioni di scambio con realtà internazionali, pubbliche e private, in un'ottica di collaborazione e crescita e contribuisce a rafforzare e stimolare i rapporti tra attori pubblici e privati del nostro territorio.
L'occasione del meeting a Reggio Emilia ha anche favorito incontri e approfondimenti sul settore agroalimentare, eccellenza del nostro territorio studiata e riconosciuta a livello internazionale.
Nelle prossime settimane e fino a dicembre proseguiranno infatti (prima in Polonia, in Svezia e infine in Spagna), le reciproche visite dei partner del progetto che, in loco, potranno confrontarsi direttamente con attori chiave e imprese beneficiarie dei percorsi di internazionalizzazione, al fine di facilitare il reciproco scambio di conoscenze.