Comune di Reggio Emilia

Home Cultura e spettacoloArt Bonus - Il Comune di Reggio Emilia aderisce e propone una prima selezione di beni oggetto di donazione: Musei Civici e del Tricolore, Biblioteche

Art Bonus - Il Comune di Reggio Emilia aderisce e propone una prima selezione di beni oggetto di donazione: Musei Civici e del Tricolore, Biblioteche

Ultimo Aggiornamento: 09/23/2016

Il Comune di Reggio Emilia ha aderito all'iniziativa nazionale Art Bonus e individuato – come prevede il decreto in materia - un primo elenco di interventi, cui destinare nel 2016 i proventi che cittadini, imprese ed enti vorranno proporre. Si tratta di progetti relativi al restauro e alla manutenzione di edifici pubblici storici o di sostegno a eventi e azioni culturali in luoghi di cultura fortemente partecipati dalla cittadinanza.

I primi beni selezionati, destinatari delle donazioni, sono il Museo del Tricolore, di cui è programmato l'ampliamento in palazzo Casotti, i Musei civici e la rete delle Biblioteche civiche, la centrale Panizzi e le decentrate di quartiere.

Musei Civici“Art Bonus è un'ottima opportunità di partecipazione e sostegno alla vita culturale della nostra città, con il riconoscimento diretto, attraverso uno sgravio fiscale, della buona azione che possono compiere cittadini, enti ed imprese – dice il sindaco di Reggio Emilia, Luca Vecchi – Abbiamo scelto, in questa prima fase di destinazione dei contributi, luoghi di particolare pregio storico-architettonico, legati all'identità e alla vita quotidiana della città, diffusori di cultura e sapere. Art Bonus si inserisce a pieno titolo nelle nostre politiche di riqualificazione e di promozione culturale. A Reggio Emilia, città fortemente sensibile al valore dei beni comuni, la Fondazione i Teatri ha fatto ricorso all'Art Bonus con risultati assai positivi e questo è un buon presupposto per auspicare il proseguimento di questo successo con le nuove opportunità che vengono offerte”.

Art Bonus è una misura agevolativa di credito di imposta volta a favorire fino al 65% le erogazioni liberali in denaro a sostegno della cultura. La misura, introdotta dal Decreto legislativo 83 del 2014, è stata resa permanente dalla legge di stabilità del 2016, ed è riconosciuta per le donazioni a favore di interventi di manutenzione, protezione e restauro di beni culturali pubblici e sostegno ai servizi e alle attività culturali.

In particolare, per quanto riguarda gli interventi di tipo strutturale, sono stati selezionati il Museo del Tricolore, per cui è previsto l'allestimento di nuovi spazi espositivi e didattici, e i Musei civici, per cui sono invece in programma il restauro e la manutenzione del patrimonio museale, nonché interventi di adeguamento delle sedi storiche.

Nel caso di sostegno alle attività culturali, invece, sono stati individuati gli stessi Musei civici, le Biblioteca Panizzi e le Biblioteche decentrate. In questo caso, i proventi delle donazioni serviranno a sostenere e incrementare le attività e i servizi già in essere, valorizzando e promuovendo il patrimonio, le sedi monumentali e aumentando il numero delle iniziative e degli incontri.
Qualora vi fossero attori di donazioni liberali che volessero motivatamente indirizzare risorse significative ad altri beni, questi ultimi potranno essere inseriti a integrazione dell'elenco ad oggi stabilito.

Per le persone fisiche e gli enti che non svolgono attività commerciale (dipendenti, pensionati, professionisti) il credito d'imposta è riconosciuto nel limite del 15% del reddito imponibile. Per i soggetti titolari di reddito d'impresa (società e ditte individuali) ed enti non commerciali che esercitano anche attività commerciale il credito d'imposta è invece riconosciuto nel limite del 5 per mille dei ricavi annui. Per fruire del credito d'imposta è sufficiente che il 'mecenate' conservi copia del documento che certifica l'erogazione in denaro con la causale di versamento che identifica oggetto ed ente beneficiario.
Le modalità di donazione saranno rese note prossimamente sul sito del Comune di Reggio Emilia. Sullo stesso sito internet saranno aggiornati costantemente i dati delle donazioni e dei mecenati per i singoli progetti.