Comune di Reggio Emilia

Home Sviluppo economico Tutti i progetti dell'Area Nord RiusoRiuso - Un nuovo modo di fare città

Riuso - Un nuovo modo di fare città

Ultimo Aggiornamento: 05/18/2017

A luglio 2015 il Comune di Reggio Emilia ha avviato un percorso per far incontrare la domanda e l’offerta di spazi urbani dismessi pubblicando un avviso per raccogliere, da un lato, le disponibilità di privati nella concessione di aree e immobili non utilizzati e, dall’altro, le proposte di cittadini, imprese e associazioni per il riuso temporaneo degli stessi.


Il percorso ha coinvolto il quartiere (proprietari di immobili, associazioni, cittadini) e più in generale la città e il terzo settore nell’attivazione di politiche urbane di riuso temporaneo di spazi e immobili.
Hanno partecipato i proprietari dei principali complessi immobiliari e oltre 50 fra associazioni, imprese e cittadini, presentando progetti di rilevante interesse pubblico.

Il percorso è proseguito con la verifica delle condizioni per l’uso temporaneo degli edifici, con l'obiettivo di promuovere progetti a “bassa definizione” edilizia ma ad alto contenuto sociale.

Nell'agosto 2016 il Comune ha partecipato a un bando della Presidenza del Consiglio dei Ministri candidando il progetto “Programma di Rigenerazione Urbana del quartiere Santa Croce” con l'obiettivo di “attivare e sostenere il processo di rigenerazione urbana collaborativa del quartiere”. Tra le diverse aree tematiche individuate dal Programma, sono stati identificati alcuni edifici in cui proporre azioni di riuso temporaneo tramite interventi di micro‐riqualificazione per l'insediamento di funzioni sociali, sportive, ricreative oltre che culturali:
Capannone 15A, ex magazzini logistici via Gioia 22 e via Gioia 24, ex‐Mangimificio Caffarri via Gioia 4, ex-discoteca Maffia viale Ramazzini 33, ex‐deposito ferroviario via Talami 7.

Il Programma prevede anche la riqualificazione della viabilità di quartiere (viale Ramazzini ovest, via Gioia e via Veneri‐sud, via Talami) e la riapertura del collegamento est‐ovest di viale Ramazzini alla mobilita carrabile, ora inibita a causa della linea ferroviaria.

L'attuazione del progetto è iniziata, l'obiettivo è di portare a compimento le azioni di rigenerazione entro la fine del 2018, grazie al contributo di 1 milione e 250 mila euro della Stu Reggiane, di 990 mila euro del bando periferie e 400 mila euro delle associazioni che si insedieranno.


Le fasi:
- 30 aprile 2015 - Approvazione delle linee di indirizzo sul progetto
- 28 luglio 2015 - Pubblicazione della manifestazione d'interesse
- verifica dell'incrocio fra domanda e offerta
- 28 giugno 2016 - presentazione dei pimi risultati
- agosto 2016 Candidatura al bando PCM
- sottoscrizione della convenzione per l'assegnamento del finanziamento