Comune di Reggio Emilia

Home Cultura e spettacoloCinema: al via a Reggio Emilia le riprese di 'Ciao, sono Maria'

Cinema: al via a Reggio Emilia le riprese di 'Ciao, sono Maria'

Ultimo Aggiornamento: 03/24/2017

Documento Archiviato - Fine validità 03/29/2017
Iniziano il 26 marzo le riprese del film Ciao, sono Maria (titolo ancora provvisorio), il lungometraggio della Stemo production, con la regia di Luca Biglione, ambientato a Reggio Emilia e girato in zone emblematiche della città: il centro storico (le piazze San Prospero e Fontanesi, l'esterno del teatro Municipale Valli, via Emilia San Pietro) e la città contemporanea con l'area Officine Reggiane con il Parco Innovazione ed il Core-Centro oncologico ed ematologico dell'Arcispedale Santa Maria Nuova. Altre riprese saranno effettuate a Poviglio. Basato sulla storia personale della reggiana Maria Rossi, autrice del soggetto, il film racconta con ironia e senza retorica la problematica dell'alcolismo, attraverso una storia vera di lotta alla dipendenza alcolica in cui la volontà personale viene supportata dalla rete di servizi territoriali. Un film quindi dai forti connotati sociali e portatore di un messaggio positivo di riscatto sociale e di rinascita, realizzato con la collaborazione tecnico logistica del Comune di Reggio e il supporto di Credem e Iren Rinnovabili.

In Ciao, sono Maria non si parla di emarginazione, né di famiglia borderline, ma di fragilità individuale incapace di affrontare i grandi dolori della vita. Di rimando una terra, quella emiliana, “dove – spiegano autori e produttori - le istituzioni funzionano, dove l’assistenza socio sanitaria risponde in modo puntuale alle esigenze del malato e della famiglia. Una famiglia che sa amare e capire e soprattutto non giudica. Questo sapiente mix ha salvato Maria dal tunnel spietato dell’alcolismo e le ha dato anche la voglia di riprendere in mano la sua vita e non solo”.
Un film dal sapore reggiano, in cui per una serie di praticità produttive ed economiche gli interni saranno girati a Roma, ma tutti gli esterni a Reggio Emilia.
“La filosofia del film è fortemente emiliana, sarà ben rappresentata la forza di carattere, il sano senso civico, l’eccellente servizio sanitario e non ultimo la forte ironia che permea tutta la storia”.

Il set sarà domenica 26 marzo presso il Core del Santa Maria Nuova, lunedì 27 marzo nel centro storico di Reggio Emilia: in via Emilia San Pietro, in piazza Fontanesi e piazza San Prospero, l'esterno del teatro Municipale Valli, per spostarsi poi martedì 28 alle Reggiane, area di grande fascino in fase di riqualificazione per la realizzazione del Parco Innovazione, che sarà “ponte generazionale” tra due degli attori del film: un ex dipendente delle storiche officine meccaniche e il figlio, oggi coinvolto nella rigenerazione dell'area e nella nascita del futuro parco dell'Innovazione. Alcune scene saranno girate a Poviglio, paese natale della protagonista della storia, dove verrà ripreso il centro del paese, la casa di Maria e il cimitero con una scena molto commovente.

Il cast comprende Francesca Inaudi (nel ruolo di Maria), Andrea Roncato nelle vesti del padre di Maria, Melania Dalla Costa nelle vesti di Beatrice, una delle compagne di sventura della protagonista, e ancora Antonia Truppo, Elisabetta Pellini, Mietta, Marco Cocci. La regia è di Luca Biglione, mentre direttore della fotografia è il pluripremiato Blasco Giurato, la cui fama è partita con una nomination guadagnata al fianco di Giuseppe Tornatore per il capolavoro Nuovo Cinema Paradiso. Prodotto da Stemo, il film è previsto nelle sale a settembre 2017.