Comune di Reggio Emilia

Home Servizi sociali e welfare Progetti4-5 aprile 2017: progetto PAL, conferenza 'Employ me' a Diepenbeek (Belgio)

4-5 aprile 2017: progetto PAL, conferenza 'Employ me' a Diepenbeek (Belgio)

Ultimo Aggiornamento: 03/30/2017

Documento Archiviato - Fine validità 04/05/2017

La Conferenza Employ Me si terrà il 4 e 5 Aprile 2017 a Diepenbeek, in Belgio, nel quadro del progetto PAL (cofinanziato dal Rights, Equality and Citizenship Programme dell’Unione Europea). Più di 100 partecipanti provenienti da nove diversi paesi UE (Repubblica Ceca, Italia, Spagna, Grecia, Francia, Slovenia, Ungheria, Romania e Belgio) presenteranno le buone pratiche raccolte nel campo dell’inclusione lavorativa delle persone di origine Rom, Sinti e Caminanti (RSC).
La Conferenza sarà il momento apicale dell’omonima campagna di sensibilizzazione, che mira ad informare e sensibilizzare le persone e le comunità RSC e gli stakeholder del settore sull’importanza dell’aumento delle opportunità occupazionali dei RSC e sulla necessità di assicurare loro pari opportunità di accesso al mondo del lavoro: una migliore comprensione e un’accresciuta consapevolezza in questo campo sono passi fondamentali per la difesa dei diritti dei RSC (con particolare attenzione ai più giovani) e aiuteranno RSC, professionisti del settore e stakeholder a diminuire la vulnerabilità delle comunità RSC e sostenere le strategie di inclusione sociale a tutti i livelli.

La Conferenza sarà un’opportunità di scambio di esperienze e buone pratiche tra partner di progetto e quei professionisti che sono attivi nel campo dell’occupabilità dei RSC. Crediamo che la Conferenza possa essere la migliore opportunità di creare uno spazio comune a professionisti ed esperti in cui lavorare e collaborare reciprocamente e condividere esperienze nel settore.
Di seguito alcune delle tematiche che saranno discusse durante la Conferenza:

  • Il diritto al lavoro per i RSC.
  • Lavoro e alternative economiche per i RSC all’interno dell’Unione Europea.
  • Imprenditoria sociale.
  • Il settore informatico come alternativa economica per i RSC.
  • Microcredito e altre esperienze dei centri di servizi per i RSC.

Le buone pratiche individuate dai partner saranno presentate e discusse. La partecipazione alla Conferenza è gratuita, ma è necessario registrarsi.

Il progetto PAL e i partner che ne fanno parte intendono combattere la piaga sociale della disoccupazione dei RSC in Europa. I RSC costituiscono la più importante minoranza etnica in Europa, tra i 10 e i 12 milioni di persone. Sono al tempo stesso la più povera e emarginata, se consideriamo che circa il 90% dei RSC hanno un reddito inferiore alla soglia di povertà nazionale e meno di un RSC su tre ha uno stipendio regolare (2011).
I RSC sono stati perseguitati in Europa sin dal Medio Evo e ancora sono vittime di una diffusa e radicata discriminazione. Nel 2005 un gruppo di 12 paesi europei (alcuni facenti parte della UE e altri no) lanciò un’iniziativa chiamata Decade of Roma Inclusion, nel tentativo di migliorare il livello di integrazione sociale dei RSC. Il 2015 è stato l’ultimo anno di questa iniziativa ed è piuttosto complicato dire se gli obiettivi sono stati raggiunti.
Da questo punto di vista garantire pieno e paritario accesso al mondo del lavoro è una chiave per migliorare l’integrazione sociale e contrastare la povertà. Il lavoro non è solo una fonte di reddito che garantisce il benessere materiale: esso costituisce anche un capitale umano e forma strategie di sopravvivenza e relazioni tra i gruppi e trasversali alla società. Esattamente come la povertà non va intesa solo come assenza di denaro, il concetto di lavoro non si esaurisce solo nella sua componente materiale. Ecco perché la strategia Europa 2020 si concentra con così tanta attenzione sia sulla povertà che sul lavoro.
Documenti correlati