Giornata mondiale contro l'Aids 2016

Data di pubblicazione: 30/11/2016

Giovedì 1 e sabato 3 dicembre 2016 il Comune di Reggio Emilia, l'Azienda Usl e l'Azienda Ospedaliera di Reggio Emilia promuovono due giornate di prevenzione e informazione, durante le quali effettuare il test gratuito per Hiv, sifilide, epatite B e C, in piazza Prampolini e in piazzale Europa, e in altri punti prelievo della città e della provincia.

L'iniziativa è promossa in concomitanza con la Giornata mondiale per la lotta contro l'Aids, che si svolge il primo dicembre. 

I dati elaborati dalla Regione Emilia Romagna mostrano che a Reggio Emilia il numero di nuovi casi di Hiv è stabile, analogamente a quanto accade nelle altre provincie della regione. Nel 2015 i nuovi casi in provincia di Reggio sono stati 24, dato analogo a quello del 2014, positivo se raffrontato ai 45 casi degli anni precedenti. Le attività di prevenzione, educazione, informazione rivolte alla popolazione e agli operatori dei Servizi socio-sanitari sembrano dare, finalmente, i loro frutti.

Nonostante i risultati incoraggianti, persistono lo stigma e la paura nei confronti di questa malattia. Stigma e paura che portano a rimuovere il problema, a non eseguire o rimandare l’esecuzione del test, ritenendo che sia un problema che non riguarda noi “normali”: in realtà sono anni che è normale avere rapporti con più persone durante la nostra vita, nel corso di relazioni sentimentali o al di fuori di esse, anche con persone conosciute da poco. Se questo comportamento non ci riguarda direttamente, può aver riguardato la persona con la quale conviviamo o abbiamo rapporti sessuali. Il fatto che il numero delle altre infezioni sessualmente trasmissibili non sia in calo conferma che questa è spesso la normalità.

Rimane fondamentale la prevenzione sia attraverso l’astensione da rapporti a rischio che con l’uso regolare del profilattico. Il desiderio di concepire un figlio, l’inizio di una nuova relazione o anche semplicemente il dubbio di avere contratto l’infezione rende fondamentale l’effettuazione del test, anonimo a gratuito, da parte della persona che ha avuto rapporti non protetti.

Conoscere la propria situazione è importante, sia per proteggersi in caso di esito negativo, che per cercare aiuto dalle cure, prima che compaia la malattia, in caso di esito positivo.

Giovedì 1 dicembre sarà possibile effettuare il test in piazza Prampolini dalle 10 alle 14, nell'ambulanza e nel gazebo della Croce Verde; presso il Centro per la Famiglia Straniera (via Monte San Michele, 8) dalle 10 alle 14; al Sert di via Bocconi, dalle 9 alle 12; all'interno dell'Ambulatorio malattie infettive dell'Ospedale Santa Maria Nuova (viale Risorgimento, 80), dalle 10 alle 12.

Sabato 3 dicembre, invece, sarà possibile effettuare il test: in piazza della Vittoria, di fianco al teatro Municipale, Tendone della Croce Rossa, dalle 10 alle 18; nella sede Arci di piazzale Europa, dalle 10 alle 16; nell'Ambulatorio Malattie Infettive dalle 8 alle 13; al Centro per la Famiglia Straniera dalle 9 alle 12; negli Ambulatori Sert di via Bocconi e via Amendola, dalle 9 alle 12

Giovedì 1 dicembre sarà possibile effettuare il test anche in diversi punti della provincia di Reggio Emilia, dalle ore alle 14: all'Ospedale civile di Guastalla (via Donatori di sangue, 1 - Poliambulatori (piano terra stanza 6); alla Casa della Salute di Montecchio (via Saragat 11); all'Ospedale Sant'Anna di Castelnovo ne’ Monti - Servizio Igiene Pubblica (piano terra); al Servizio di Igiene pubblica di Correggio (piazza San Rocco 4 (2 piano), e presso l'Ambulatorio di Igiene pubblica di Scandiano (via Martiri della Libertà, 8 .

Per fare il test gratuito non è necessario il digiuno né la prenotazione.

Il programma completo e gli orari sono consultabili ai link a lato, oppure contattando il Numero verde gratuito 800856080.