Polizia Municipale, assunti otto agenti a presidio del territorio

Data di pubblicazione: 23/09/2016

Polizia MunicipaleIl primo settembre 2016 hanno preso servizio a Reggio Emilia otto nuovi agenti di Polizia municipale. Il nuovo personale si inserisce in un più ampio ed articolato Piano delle assunzioni che prevede, per il Corpo di Polizia municipale, oltre al nuovo  comandante, l'indizione - nel 2017 - di un concorso per la copertura dei posti che si sono resi vacanti in ruolo di funzionario (ispettori).
Il Corpo ha una dotazione organica di 170 unità, con le otto assunzioni si raggiungono i 139 agenti in forza, a cui si aggiungono i ruoli di funzionari e comandate. Gli otto nuovi agenti, dopo un percorso di formazione che terminerà in dicembre, verranno impiegati nei servizi territoriali. E stamattina in Municipio hanno incontrato il sindaco Luca Vecchi e l'assessora a Sicurezza e Cultura della legalità Natalia Maramotti, insieme con la dirigete del Personale Battistina Giubbani, responsabile ad interim della stessa Polizia municipale.

“Il rinforzo dell'organico della Polizia municipale, pur nelle difficoltà legate ai costanti blocchi totali o parziali delle assunzioni nella pubblica amministrazione - afferma il sindaco Luca Vecchi - E' legato alla necessità di dare continuità ai  progetti che questa Amministrazione comunale ha impostato sui temi della sicurezza urbana, della vivibilità del territorio, del rispetto delle regole, della convivenza e della aggregazione sociale. Alcuni dei progetti significanti di questa Amministrazione vedono in prima linea il corpo della Polizia municipale, non solo per le attività di prevenzione e repressione di illeciti, ma anche e soprattutto in progetti che contribuiscono con la prossimità e la visibilità a migliore il senso di sicurezza dei cittadini. Il contributo della  Polizia municipale risulta strategico su gran parte dei temi che riguardano la convivenza,  l’inclusione in luoghi e spazi della città dove si leggono attriti, frizioni o addirittura crisi nei modelli di relazione e tolleranza; così come, peraltro, gli stessi temi della partecipazione alle politiche di legalità e alla educazione alla legalità investono anche il ruolo della Polizia municipale nell'idea complessiva che vogliamo della nostra città, inclusiva e partecipata.
“In questi anni la Polizia municipale ha sempre dato un grande contributo - conclude il sindaco - al realizzarsi di patti per la sicurezza urbana che hanno visto in prima fila tutte le istituzioni a questo scopo preposte. Recentemente, basti pensare al presidio interforze in centro storico e alla gestione di delicati appuntamenti sportivi in cui frange di pubblico potevano causare disordini. Con il coordinamento del Prefetto e nello spirito di massima collaborazione che si è sempre realizzato con Questura, Carabinieri e Guardia di Finanza, lo Stato a Reggio Emilia ha dato e sta dando risposte puntuali e pronte alle situazioni che di volta in volta su questo fronte si presentano”.