Turismo, nasce la 'Destinazione turistica Emilia'

Data di pubblicazione: 31/05/2017

DteIl 30 maggio, nell'Auditorium dell'Istituto Bodoni di Parma, l’assessora al Turismo del Comune di Reggio Emilia Natalia Maramotti è stata eletta presidente della 'Destinazione turistica Emilia' (Dte), l'organismo di promozione territoriale istituito dalla Legge regionale 4/2016 di riordino del settore, unendo, in un’ottica di sistema, Reggio Emilia, Parma, Piacenza e i relativi ambiti provinciali.   
Alla presenza dell’assessore regionale al Turismo Andrea Corsini si è insediata l’Assemblea dei soci. La sede legale sarà a Parma. Alla 'Destinazione turistica Emilia' hanno aderito le tre Province di Reggio Emilia, Parma e Piacenza, e 91 Comuni di cui 40 della provincia reggiana. Nella stessa seduta l’Assemblea ha scelto anche i nove componenti il Consiglio di amministrazione:
- per il territorio di Reggio Emilia: l'assessora al Turismo del Comune di Reggio Emilia Natalia Maramotti (presidente); il sindaco di Quattro Castella Andrea Tagliavini; il sindaco di Ventasso Antonio Manari
- per il territorio di Parma: l'assessore al Turismo del Comune di Parma Cristiano Casa; il sindaco di Salsomaggiore Terme e presidente della Provincia Filippo Fritelli; il sindaco di Monchio delle Corti Claudio Moretti
- per il territorio di Piacenza: il sindaco di Piacenza Paolo Dosi; il presidente della Provincia Francesco Rolleri e il sindaco di Bobbio Roberto Pasquali.

Unanime il giudizio positivo in merito all’avvio della nuova struttura, anche a fronte della partecipazione di numerosi Comuni.

“Questa mattina a Parma è stato messo l’ultimo tassello, essenziale, per rispondere agli impegni presi così come alle aspettative create su tutto il territorio dal nuovo ente pubblico strumentale che assorbe le funzioni delle Unioni di prodotto e delle Province – ha commentato l’assessore regionale Corsini - Si apre così una nuova era turistica per la nostra regione, un risultato senza precedenti che, attraverso coesione e sinergia, intende attribuire più forza e competitività al sistema dell’organizzazione turistica complessiva”.

“Ritengo che presiedere la Destinazione turistica Emilia sia un'importante occasione per valorizzare all'interno della Destinazione l'attrattività del nostro territorio con un approccio contemporaneo come è richiesto da ciò che è oggi l'industria turistica – ha detto l'assessora Maramotti -, ossia un mondo produttivo connotato dalla flessibilità, dalla segmentazione della personalizzazione favorita dalle nuove tecnologie.
Oggi, infatti, proporsi come meta turistica assume nuove connotazioni, non si tratta di pensarsi come sfondo inerte al viaggio di qualcuno, ma come "messa in scena" di esperienze coerenti con le attese generate dalla vocazione della propria offerta.
E' chiaro che, se è così, un intero sistema territoriale partecipa all'accoglienza, non solo gli operatori turistici, i tassista, i baristi, i ristoratori ma anche i cittadini. Solo così si trasforma il viaggio in una esperienza unica, ricca di incontri e conoscenza.
Dunque lavoro serio, per mettere in campo gli altri strumenti come "la cabina di regia", che permette di costruire relazioni con i portatori di interesse in un lavoro collegiale, perchè bisogna imparare a pensarsi come punti di un sistema".

La 'Destinazione turistica Emilia'
Le Destinazioni turistiche sono enti pubblici strumentali degli enti locali, istituiti con la Legge regionale n.4/2016.
Si tratta di organismi istituzionali di area vasta per la realizzazione e la promozione di prodotti turistici specifici e integrati che connotano e danno identità ad un’area, combinando fra loro varie tipologie di prodotto turistico. Ad essi vengono affidate le competenze turistiche che erano in capo alle Province e alle Unioni di Prodotto, operando così una semplificazione istituzionale.
La 'Destinazione turistica Emilia' sarà pertanto il nuovo organismo comune dei territori delle Province di Reggio Emilia, Parma, Piacenza.
Nella Destinazione turistica sarà istituita una Cabina di Regia con funzioni di concertazione sulle linee strategiche e programmatiche per le attività di promo – commercializzazione.