KENKA LEKOVICH

foto di A. Castellan
 
TESTO



È nata a Fiume il 27-09-1962. Vive e lavora a Trieste. Dal 1993 č giornalista professionista iscritta all'Albo dei professionisti del Friuli-Venezia Giulia. Ha esordito nel 1985 con la poesia, vincendo due premi consecutivi al Concorso di arte e cultura "Istria Nobilissima". Nel 1995 č uscito per Marsilio il suo primo romanzo La strage degli anatroccoli (Finalista Premio "Giuseppe Berto" e Premio "Montblanc" per il romanzo giovane). Tra il 1993 e il 1999 ha pubblicato racconti: Tenere le distanze (Bacacay Milano), Tra gli infiniti punti di uno spazio curvo (Marcos & Marcos Milano), Croato Croato (Antologia La nuova narrativa Triestina, Lint Trieste - Stazione di Posta Firenze), tradotto in tedesco (Kroatisch Kroatisch) e pubblicato sulla rivista letteraria austriaca Lichtungen (Urania, Graz), Il direttore di panza (Antologia Trieste e un manicomio, Lint Trieste), Vaffankapuzinergruft. Dialoghi tra confinari (Semestrale di Letteratura Confini, La Vita felice Milano), Velluto selvatico (Antologia Provincia Pagana, Cultura Viva Trieste). Nel 1999 ha scritto La primavera che il mio vestito perse i fiori. Diario di guerra 24 marzo - 24 giugno 1999, raccolta di articoli di commento pubblicati sul quotidiano di Trieste "Il Piccolo" (Segnalazione Premio letterario Comune di Faenza). Ha scritto brevi testi per teatro: La vecchia Terapia (Teatro dei Fabbri Trieste), Valige (Teatro Miela Trieste). Nella primavera del 2000 ha scritto la commedia teatrale Sudori freddi, ovvero buttate fiori ai maiali. Nel 1997 ha scritto, con Patrizia Versic, il racconto cinematografico La tonda e la quadrata. Tra il 1998 e il 2000 ha compilato la raccolta di poesie Senza difese, poesie nel rock quotidiano. Nell'autunno del 2000 č stata ospite a Graz come "scrittrice della cittā" nel Progetto Die Poetik der Grenze (La Poetica del confine) - Graz 2003 Capitale Europea della Cultura. Qui ha terminato il suo ultimo romanzo L'ascoltatrice di alberi, scritto il saggio radiofonico I speak Gulasch, che uscirā nell'autunno 2001 nella traduzione tedesca sulla rivista Lichtungen e i racconti Se improvvisamente il treno si fermasse a Maglern. Attualmente sta scrivendo il libretto per la video-opera musicale An index of metals del compositore Fausto Romitelli che debutterā al Festival de Royaumont (Parigi, autunno 2002).